Powered

News & Eventi

Decreto Destinazione Italia e Milleproroghe, le novità sull’APE e sul Bonus Mobili Viene meno l’obbligo di Certificazione Energetica all’atto di vendita degli immobili Pubblici

09 Gennaio 2014

Con una serie di provvedimenti il governo rimescola le carte per quanto riguarda l’obbligo di Certificazione Energetica nella compravendita di immobili appartenenti agli Enti Pubblici.

Il decreto legge Destinazione Italia entrato in vigore lo scorso dicembre sostituiva la nullità degli atti ad una sanzione amministrativa in caso non venisse allegato l’Attestato di Certificazione Energetica agli atti nel momento della stipulazione.

La normativa è stata modificata ulteriormente dal provvedimento “Milleproroghe”, diviso nei decreti legge 150 e 151/2013 ed  in vigore dal 30 dicembre 2013, che stabilisce che l’Attestato di Certificazione Energetica, così come il certificato di conformità catastale, può essere acquisito anche in un momento successivo agli atti di trasferimento, ma solo in caso di cessione o di dismissione di immobili pubblici, ovvero appartenenti allo Stato o ad altri Enti Pubblici.

Ancora nel decreto Milleproroghe viene stabilito che il bonus mobili, ovvero la parte di spesa dedicata all’acquisto dell’arredamento, può anche superare la cifra dedicata alla corrispondente ristrutturazione dell’immobile, eliminando una limitazione stabilita dalla Legge di Stabilità ma non ancora effettiva al momento dell’entrata in vigore del decreto.


TAG: incentivi normativa certificazione energetica